Go to Top

Su di me…

Eleonora Lastrucci

Eleonora è il mio nome e la moda è una parte importante della mia vita.
Amo disegnare. Lo faccio dall’età di 5 anni. I tessuti sono i miei giochi, i colori e le pailletes la luce delle mie giornate.
Sono nata a Prato, in una grande famiglia. Mio padre Noris, mi ha accolta e cresciuta professionalmente, nella sua bellissima azienda. Lì ho imparato a mettere “su carta” le mie idee. Soprattutto a riprodurre i sogni delle donne.

Ho frequentato, diplomandomi, la Scuola d’Arte di Firenze. Successivamente mi sono specializzata in stilismo; ma è nel lavoro, nella mia stanza in “ditta” o sul “bancone” di casa che trova sfogo la mia vena creativa.

Disegno in continuazione. Abiti da sposa, da sera, costumi. Riesco fedelmente a tradurre in fogge quel che immagino, quel che sogno.

Ho avuto la fortuna, poi, di conoscere persone importanti come Enrico Coveri, Roberto Cavalli. Da Enrico ho imparato l’arte del colore. A mescolarne la vivacità. A illuminare gli abiti, facendo conferire loro quell’aspetto iridescente che un noto fotografo ha definito “caravaggesco”. Osservando i capi di Roberto Cavalli ho imparato la semplicità. E’ così che ho “ascoltato” la mia disposizione naturale. Che si era peraltro già manifestata in molte creazioni, ma forse non compiutamente espressa con la forza interiore che sentivo di avere.

Il mio sogno forse irrealizzabile, che è anche la mia più grande ambizione è di creare abiti per le donne che siano universalmente belli. Vorrei provare, tangibilmente che la bellezza è assoluta. Che la bellezza non può risiedere nello strettissimo, convenzionale alveo della soggettività.

Non riesco a pensare ad abiti che non siano bellissimi. Non riesco a pensare ad abiti per le donne che non debbano arricchirle, colorarle, soprattutto appassionarle. Non posso pensare che un abito copra un corpo.

I miei abiti vorranno avvolgere ogni donna della propria bellezza. Poiché ogni donna è bellissima di suo conto!